Oculistica Scorcia - Centro UNESCO Bologna

Nella piazza di San Petronio

Surge nel chiaro inverno la fosca turrita Bologna,
e il colle sopra bianco di neve ride.

È l'ora soave che il sol morituro saluta
le torri e 'l tempio, divo Petronio, tuo;

le torri i cui merli tant'ala di secolo lambe,
e del solenne tempio la solitaria cima.

Il cielo in freddo fulgore adamàntino brilla;
e l'aër come velo d'argento giace

su 'l fòro, lieve sfumando a torno le moli
che levò cupe il braccio clipeato de gli avi.

Su gli alti fastigi s'indugia il sole guardando
con un sorriso languido di vïola,

che ne la bigia pietra nel fosco vermiglio mattone
par che risvegli l'anima de i secoli,

e un desio mesto pe'l rigido aëre sveglia
di rossi maggi, di calde aulenti sere,

quando le donne gentili danzavano in piazza
e co' i re vinti i consoli tornavano.

Tale la musa ride fuggente al verso in cui trema
un desiderio vano de la bellezza antica.
Giosuè Carducci
Vai ai contenuti

Oculistica Scorcia

La nostra attività > Il Centro UNESCO per il Sociale
EQUIPE
Prof. Giovanni Scorcia
Direttore Clinica Oculistica
Università “Magna Graecia” di Catanzaro

Prof. Vincenzo Scorcia
Ricercatore Settore MED/30 Malattie degli Occhi
Università “Magna Graecia” di Catanzaro
Consulente esterno Chirurgia Refrattiva e Trapianti di Cornea

Dott. Giovanni Battista Scorcia
Dottorando Clinica Oculistica
Università “Magna Graecia” di Catanzaro

Dott.ssa Donatella Bruzzichessi
Ricercatore Settore MED/50
Università “Magna Graecia” di Catanzaro
Consulente esterno Ortottica e Patologia pediatrica
La tematica delle cure ospedaliere è fra le più sentite questioni sociosanitarie. Un’organizzazione dedicata alla cura degli infermi per essere efficiente deve combinare in maniera ottimale i principi di efficacia, sicurezza, innovazione, etica. L’innovazione scientifico tecnologica, l’evoluzione della professione sanitaria devono necessariamente armonizzarsi con le esigenze di accoglienza e di partecipazione degli utenti finali. Tutto ciò nell’ottica della promozione attiva della salute e della responsabilizzazione del cittadino verso il proprio benessere.
Una realtà interessante in questo senso è certamente l’esperienza calabrese del reparto di oculistica del Policlinico Universitario Mater Domini, sapientemente guidato dal primario, il Prof. Vincenzo Scorcia (http://www.scorciaoculistica.it). L’attenzione alla cura e sicurezza del paziente, la qualità delle indagini e degli interventi terapeutici, l’ampia disponibilità di posti letto, le dimensioni fisiche, organizzative e relazionali della struttura fanno sì che il concetto di “benessere in corsia” non rimanga mera affermazione priva di contenuto, bensì acquisti una dimensione concreta ed un’estensione generale. D’altro canto, la qualità della vita è mirare a livelli d’eccellenza.

Centro per l' U.N.E.S.C.O. di Bologna
Via Galliera 4  
40121 Bologn
C.F. 91292330379







Torna ai contenuti