Home Page - Centro UNESCO Bologna

Nella piazza di San Petronio

Surge nel chiaro inverno la fosca turrita Bologna,
e il colle sopra bianco di neve ride.

È l'ora soave che il sol morituro saluta
le torri e 'l tempio, divo Petronio, tuo;

le torri i cui merli tant'ala di secolo lambe,
e del solenne tempio la solitaria cima.

Il cielo in freddo fulgore adamàntino brilla;
e l'aër come velo d'argento giace

su 'l fòro, lieve sfumando a torno le moli
che levò cupe il braccio clipeato de gli avi.

Su gli alti fastigi s'indugia il sole guardando
con un sorriso languido di vïola,

che ne la bigia pietra nel fosco vermiglio mattone
par che risvegli l'anima de i secoli,

e un desio mesto pe'l rigido aëre sveglia
di rossi maggi, di calde aulenti sere,

quando le donne gentili danzavano in piazza
e co' i re vinti i consoli tornavano.

Tale la musa ride fuggente al verso in cui trema
un desiderio vano de la bellezza antica.
Giosuè Carducci
Vai ai contenuti
Centro per l'U.N.E.S.C.O. Bologna
Membro delle Associazioni e Club per l' UNESCO
  Per le sue attività legate agli obiettivi dell'Agenda 2030 delle Nazioni Unite, il Centro per l'UNESCO di Bologna si avvale anche della collaborazione della Sig.ra Christina Kushch (katrakis.com)


  For the activities related to the goals of the United Nations 2030 Agenda,  Mrs. Christina Kushch (katrakis.com) is one of the international cooperators of "Centro per l' UNESCO di Bologna"
  ll Centro per UNESCO di Bologna, al fine di una migliore e piu' ampia realizzazione degli obiettivi dell'Agenda 2030 delle Nazioni Unite sullo sviluppo sostenibile, opera in partnership con la Fondazione FFUN (www.foundationforunitednations.org)
  Centro per l'UNESCO di Bologna, in order to achieve a better and wider realization of the goals of the United Nations 2030 Agenda on Sustainable Development, works in partnership with the FFUN Foundation (www.foundationforunitednations.org)


Portici di Bologna 2021. Le interviste.
“LA FABBRICA NEL PAESAGGIO”
Questo concorso è ideato e promosso dal Club UNESCO di Foligno e Valle del Clitunno con il patrocinio del Ministero della Cultura, della Commissione Europea, del Parlamento Europeo, della Regione Umbria, dell'ICOMOS e di altre istituzioni.
Il Centro per l'UNESCO di Bologna promuove e seleziona i candidati che parteciperanno all'edizione 2020 di una delle competizioni più prestigiose in Italia e in Europa, con particolare attenzione ai concorrenti stranieri.
Il concorso è diviso in tre sezioni:
• La Prima Sezione è focalizzata sugli imprenditori privati ​​italiani che hanno costruito o rinnovato la propria sede con particolare attenzione all'ambiente e al paesaggio;
• La Seconda Sezione è relativa alle amministrazioni e alle istituzioni italiane che hanno promosso e implementato la costruzione o il rinnovamento di opere di pubblica utilità nel campo della pianificazione e della gestione del territorio;
• La Terza Sezione è limitata specificamente agli imprenditori e alle istituzioni straniere che hanno attuato iniziative per proteggere l'ambiente, il paesaggio e, più in generale, in conformità con l'Agenda 2030 dell'Agenda delle Nazioni Unite per gli obiettivi di sviluppo sostenibile.
I finalisti avranno, tra l'altro, il privilegio di ricevere tale ambito riconoscimento internazionale.

Foto di Porta Galliera Bologna
Foto di Stefano Montanari
Foto di Bologna
Foto di Stefano Montanari
Foto del Nettuno a Bologna
Foto di Stefano Montanari
Centro per l' U.N.E.S.C.O. di Bologna
Via Galliera 4  40121 Bologna
C.F. 91292330379
Torna ai contenuti