Il patrimonio culturale (Doriana De Simone) - Centro UNESCO Bologna

Nella piazza di San Petronio

Surge nel chiaro inverno la fosca turrita Bologna,
e il colle sopra bianco di neve ride.

È l'ora soave che il sol morituro saluta
le torri e 'l tempio, divo Petronio, tuo;

le torri i cui merli tant'ala di secolo lambe,
e del solenne tempio la solitaria cima.

Il cielo in freddo fulgore adamàntino brilla;
e l'aër come velo d'argento giace

su 'l fòro, lieve sfumando a torno le moli
che levò cupe il braccio clipeato de gli avi.

Su gli alti fastigi s'indugia il sole guardando
con un sorriso languido di vïola,

che ne la bigia pietra nel fosco vermiglio mattone
par che risvegli l'anima de i secoli,

e un desio mesto pe'l rigido aëre sveglia
di rossi maggi, di calde aulenti sere,

quando le donne gentili danzavano in piazza
e co' i re vinti i consoli tornavano.

Tale la musa ride fuggente al verso in cui trema
un desiderio vano de la bellezza antica.
Giosuè Carducci
Vai ai contenuti

Il patrimonio culturale (Doriana De Simone)

Social e Press
Brevi considerazioni sulla distruzione del patrimonio culturale.
Notre Dame, importante simbolo della cristianità e cultura occidentale, è bruciata davanti a migliaia di occhi impotenti e con essa è andata in cenere anche un pezzo della nostra anima. Mentre migliaia di voci all’unisono innalzavano un canto religioso, un interrogativo si insinuava in merito alle conseguenze di questo ennesimo disastro sulla nostra identità culturale.
Già duramente provati da tutti i recenti terremoti che hanno colpito la nostra penisola, comprendiamo che cancellare tasselli del nostro passato mediante la distruzione, per errore / orrore (cause naturali, atti di terrorismo), di opere d’arte significa infliggere una ferita permanente alla nostra identità.
Innegabilmente, la nostra storia, quello che siamo stati ha formato i valori universali della nostra società e, pur vivendo in un’epoca di continuo mutamento, la memoria storica e sociale va tutelata ad ogni costo. Ricordare per riattualizzare ed, in questo ambito, valorizzare le differenze culturali per arginare il disagio sociale di questi ultimi tempi.
Ripartiamo dunque dalle ceneri dei roghi, dalle rovine lasciate dai terremoti e ricostruiamo il prima possibile il nostro passato, affinchè esso costituisca un valido baluardo contro l’odio e l’intolleranza dilagante.
Doriana De Simone


Centro per l' U.N.E.S.C.O. di Bologna
Via Galliera 4  40121 Bologna
C.F. 91292330379
Torna ai contenuti